Investire negli Esports

Come Investire negli Esports nel 2023

Come Investire negli Esports (Aggiornato al 2023)

Gli esports, o sport elettronici, stanno guadagnando sempre più popolarità in tutto il mondo. Molti investitori si stanno chiedendo se vale la pena investire in questo settore in rapida crescita e, in tal caso, quale sia il modo migliore per farlo. Vediamo quindi come entrare in questo nuovo settore e quali opportunità di investimento sono disponibili.

Gli esports sono competizioni di videogiochi in cui i giocatori si sfidano in modo competitivo. Alcuni giochi sono giocati uno contro uno, mentre altri coinvolgono squadre di giocatori. Tuttavia, a differenza degli sport tradizionali, queste partite si svolgono utilizzando computer o console da gioco.

I fan degli esports possono seguire questi eventi competitivi tramite una varietà di servizi di streaming, come ad esempio il popolare servizio di streaming di giochi Twitch. Durante la pandemia di COVID-19, Twitch ha registrato un notevole aumento di spettatori e streamer. Nel maggio 2023, il numero medio di spettatori contemporanei è stato di 2,44 milioni rispetto a 1,26 milioni nel maggio 2019, mentre il numero di streamer è passato da 3,93 milioni a 6,82 milioni nello stesso periodo.

Inoltre, un gran numero di spettatori si riunisce per assistere agli eventi esport in diretta. Prima della pandemia, le arene principali in tutto il mondo si riempivano per gli eventi esport in loco, e sono state costruite nuove strutture appositamente dedicate alle competizioni di esports. Durante la pandemia, molti di questi eventi sono stati spostati online, ma nel 2023 le competizioni di esports in loco stanno tornando. Nel frattempo, l’industria sta assistendo all’emergere di eventi ibridi di esports.

Dato questo entusiasmo, molti investitori sono interessati a entrare nel settore degli esports. Anche se il settore si sta appena aprendo, esistono già diversi metodi per investire. Vediamo quindi le azioni e gli ETF, due dei modi più semplici per potenzialmente guadagnare in questo mercato entusiasmante.

Come investire nelle azioni degli esports?

Il primo passo per investire negli esports è considerare le azioni delle società quotate in borsa. L’industria degli esports comprende già grandi aziende come Amazon, che ha fatto il suo ingresso nel mondo dei videogiochi quando ha acquisito Twitch nel 2014 per 970 milioni di dollari.

Sebbene una società come Amazon non offra una esposizione diretta agli esports, rappresenta comunque una scelta stabile. Grandi aziende di questo tipo potrebbero essere un buon investimento per coloro che sono nuovi nel settore degli esports e cercano un modo stabile per accedere al mondo in rapida crescita dei videogiochi competitivi.

Altri investitori potrebbero preferire investire negli esports su scala più piccola, e in tal caso ci sono diverse opzioni interessanti. Ad esempio, Skillz è una piattaforma online di competizioni multiplayer di videogiochi per dispositivi mobili quotata in borsa, mentre Allied Gaming and Entertainment è una società che organizza eventi di esports online e in loco quotata in borsa.

Come in qualsiasi mercato, le azioni degli esports nelle prime fasi di sviluppo tendono ad essere più volatili. Tuttavia, questa volatilità può portare a potenziali rendimenti elevati per coloro che entrano nel settore all’inizio. Sta agli investitori valutare le opportunità di investimento con cui si sentono più a proprio agio.

Come investire nelle azioni correlate agli esports?

È importante considerare l’ampiezza del mercato degli esports per comprendere appieno le opportunità di investimento. Nel 2022, il montepremi totale reclamato dalle squadre che competono nei tornei nelle arene degli esports ha superato i 232 milioni di dollari.

Nel 2020, a causa dei lockdown dovuti al COVID-19, i premi dei tornei di esports sono stati pari a circa la metà di quella cifra, con un totale di 127,5 milioni di dollari. Tuttavia, nel 2021 i premi dei tornei di esports sono tornati a crescere, raggiungendo i 251 milioni di dollari.

I giochi più popolari in termini di premi assegnati nel 2022 sono stati Dota 2, Arena of Valor, PlayerUnknown’s Battlegrounds Mobile, Fortnite e Counter-Strike: Global Offensive. La squadra di esports con il montepremi più elevato nel 2022 è stata Tundra Esports, un’organizzazione di gaming professionale con sede nel Regno Unito, che ha vinto 9,08 milioni di dollari in premi per l’anno. La maggior parte di questi premi è stata ottenuta dalla squadra di Dota 2, che ha guadagnato 8,52 milioni di dollari vincendo il più importante torneo annuale del gioco, The International.

L’industria degli esports è vasta, con una grande varietà di giochi e diverse esigenze di computer e console. Oltre al settore degli esports stesso, esistono numerose opportunità per le aziende che sviluppano e vendono prodotti legati al gaming.

Un esempio è NVIDIA, che produce chip per computer considerati “il punto di riferimento nel settore del gaming”. Questa multinazionale è un gigante nel mercato delle tecnologie per il gaming, con il suo settore dedicato ai videogiochi che ha generato 9,07 miliardi di dollari di ricavi nel 2022, rappresentando oltre un terzo del fatturato totale dell’azienda.

Da considerare anche il settore dell’hardware, che include prodotti come cuffie, mouse, tastiere da gioco e console. Per questo motivo, aziende come Microsoft e Logitech International potrebbero rappresentare opportunità interessanti per gli investitori che desiderano trarre profitto dalla crescente popolarità degli esports.

Inoltre, man mano che l’industria dei videogiochi competitivi cresce e viene presa sempre più sul serio, gli sponsorizzazioni e le scommesse sugli esports stanno entrando più rapidamente nel settore. È stato previsto che l’industria delle scommesse sugli esports raggiungerà un fatturato di 24,19 miliardi di dollari nel 2028, rispetto agli 11,2 miliardi di dollari del 2022. Un’azienda che opera in questo settore in rapida crescita è FansUnite, che fornisce piattaforme di scommesse sugli esports.

Come investire negli ETF degli esports?

Dal momento che gli esports sono ancora relativamente nuovi, esiste solo un ETF specifico per gli esports: il Roundhill BITKRAFT Esports & Digital Entertainment ETF.

Anche se non sono specifici per gli esports, altri fondi offrono comunque un’esposizione al mercato degli esports. Ad esempio, il Video Game Tech ETF, il VanEck Vectors Video Gaming and Esports ETF e il Global X Video Games & Esports ETF sono fondi che consentono agli investitori di partecipare al mercato degli esports.

In conclusione, gli esports rappresentano un settore in rapida crescita con numerose opportunità di investimento. Gli investitori possono considerare l’acquisto di azioni di società che operano nel settore degli esports, come anche di aziende correlate al gaming. In alternativa, possono optare per ETF che offrono esposizione al mercato degli esports. Come sempre, è importante condurre una ricerca approfondita e valutare il proprio profilo di rischio prima di prendere decisioni di investimento.

Condividi questa notizia!
Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter
Telegram
Email